Parte il mutualismo alimentare!

Stiamo vivendo un periodo storico, sociale ed economico senza eguali: la quotidianità di tutte e tutti è stata capovolta e anche le poche certezze rimaste, ora come ora, traballano. Siamo convinti, però, che il distanziamento fisico che l’emergenza sanitaria ha portato nelle nostre vite non si debba tradurre in un distanziamento sociale che ignori le altre persone intorno a noi, soprattutto perché crediamo che l’isolamento forzato non sia sinonimo di sicurezza per tutti e tutte. Anzi, questo rischia di creare ancor più marginalità per alcune persone. Come centro sociale abbiamo da sempre posto come fondamentali i concetti di comunità, mutualismo e cooperazione. Oggi più che mai ci domandiamo di quali strumenti questa comunità si debba dotare per costruire dal basso un meccanismo di aiuto concreto a chi si trova in condizione di difficoltà.

È necessario immaginare un nuovo sistema comunitario e cooperante dal basso, fatto di azioni di mutualismo che diano una risposta concreta ai bisogni e alle necessità di tutti e tutte; un sistema comunitario che si vuole basare su azioni dirette ed auto-organizzate di mutuo soccorso.

Abbiamo deciso quindi di dare il via alla pratica del mutualismo alimentare, un modo per dare un sostegno concreto a chi oggi ha difficoltà a fare la spesa.

Questa attività è un nuovo tassello all’interno del mosaico di pratiche che già mettiamo in campo come la scuola di italiano, lo sportello legale, la ciclofficina e tutte quelle piccole azioni non immediatamente individuabili in un progetto ma che permettono di accreditarsi come comunità solidale.

Ci teniamo a sottolineare che questo non è un servizio ma una pratica di mutuo soccorso in cui anche chi beneficerà dei pacchi alimentari può contribuire a prendersi cura della comunità in altre forme.

Come lo vogliamo fare?
Aprendo una raccolta di beni alimentari e non di prima necessità non deperibili o a lunga conservazione, con raccolta nei giorni prestabiliti.

Vuoi contribuire? Puoi farlo in 3 modi

  1. Donando generi alimentari e di prima necessità (un elenco dei prodotti lo trovi qui sotto)
  2. Inserendosi nei turni volontari. Chiedici info ai numeri di riferimento (Anna 3474686083, Giulia 3372165643)
  3. Contribuendo economicamente con una donazione di 10 euro (IBAN Ass. Commons: IT72Z0830401804000003354899 – Cassa di Trento CCI. Paypal: [email protected]. Causale: mutualismo alimentare

Nessun* deve rimanere sol*.
Solo così possiamo costruire tutti e tutte insieme una società sana e in salute.

Cosa ci serve: (ipotesi di massima)

  • Pasta
  • riso
  • Olio
  • Caffè
  • Confetture
  • Crackers o pane in cassetta
  • Fagioli, ceci, piselli e legumi vari in scatola
  • Legumi secchi
  • Fette biscottate
  • Frutta sciroppata
  • Frutta secca
  • biscotti
  • Passata di pomodoro
  • Sale
  • Succo di frutta
  • Zucchero
  • Carta igienica
  • Mascherine
  • Fazzoletti da naso

In caso di bimbi e donne

  • Omogeneizzati
  • Pannolini
  • Assorbenti

Quando?
Raccolta: mercoledì 18-19 sabato 15-16

Dove?
Centro Sociale Bruno
Lungadige San Nicolò, 4 Piedicastello Trento

Dove?